• +39 338 3407092
  • patriziagarberi@gmail.com

Terapia Forestale

A passi lenti nel bosco profumato di Douglasia

Escursione mente&cuore- 4 giugno 2022 dalle 9.30 alle 13.30/18.30

Iscriviti all’escursione

PANORAMICA DELLA GIORNATA
Un facile percorso ricco di storia e per lo più ombreggiato, ci porterà in un’abetaia dove la nostra immersione forestale nel silenzio sarà profumata di resina e dove potremo accomodarci su un tappeto di aghi di abete…Saranno esercizi di ascolto e di apertura nell’ambiente che si concluderanno con una condivisione finale.

Passo Lucese è il valico più basso delle Alpi Apuane che collega la Garfagnana con la Versilia, ed è stato luogo di culto e di sepoltura dell’età del rame, testimoniato da ritrovamenti ancora in corso di studio.

Lì vedremo anche la Chiesina romanica di San Jacopo, costruita probabilmente intorno all’anno 1000 d.C. e ottimamente conservata, che sulla via di pellegrinaggio forniva assistenza e alloggio a viandanti e pellegrini di passaggio e dove prenderemo il primo contatto con l’ambiente.

Quindi ci incammineremo verso l’abetaia attraversando ombrose selve di castagno, mantenendo il silenzio e la concentrazione che permettono l’apertura e un’immersione ristoratrice nella natura.

Arriveremo verso le 11 alla nostra meta, giusto in tempo per esporci al massimo picco di essenze profumate e terpeni (molecole prodotte dagli alberi che aumentano le cellule delle difese immunitarie), la cui emissione è favorita dal calore del sole del mezzogiorno. #terapiaforestale

Per chi lo desidera, in alternativa al pranzo al sacco sarà possibile prenotare il pranzo nel piccolissimo e accogliente rifugio della Casa del Maestro, prenotando al 335 6446311

Se ci saranno persone interessate al momento della prenotazione, l’esperienza potrà proseguire anche nel pomeriggio dalle 14.30 alle 18.30.

L’immersione forestale potrà continuare nel pomeriggio dopo la pausa pranzo con meditazioni e condivisioni in abetaia e lungo il percorso di ritorno, il rientro alle auto previsto per le 18.30 avverrà seguendo lo stesso percorso.
Nel complesso sarà un’esperienza speciale che non richiede una grande resistenza fisica, alterneremo passi lenti a pause meditative, condivisioni in gruppo ed esercizi immaginativi per favorire la connessione con la natura di cui siamo parte.

Un sentiero nell’abetaia

INFORMAZIONI TECNICHE
L’escursione di livello E secondo la classificazione CAI, non presenta particolari difficoltà tecniche per persone allenate a questo tipo di attività.
• Punto di ritrovo: Parcheggio nei pressi del ristorante Lucese la sosta non è a pagamento
• Punto mappa: https://goo.gl/maps/8accwBum1onPoSz8A
• Difficolta’: E (Escursionistico) – Itinerario su sentieri ben tracciati, mulattiera, sterrata e brevi tratti di asfalto, adatto a persone mediamente allenate in buona forma fisica.
• Dislivello complessivo in salita: circa 330 m
• Totale percorrenza: km.6
• Tempi totali di percorrenza: ore 3 circa di cammino oltre le soste
• Orario di ritrovo: ore 9:30
• Termine attività ore 14.30
• Prenotazione obbligatoria entro giovedì 2 giugno 2022
L’escursione si svolgerà con un minimo di 5 partecipanti e un massimo di 15

Quota di partecipazione: 16€ da pagare in anticipo compilando la scheda di adesione. (30€ per la giornata intera)
La quota comprende: organizzazione e coordinamento, tutte le conduzioni e la Terapia Forestale, servizio Guida ambientale escursionistica ed assicurazione RCT (non comprende l’assicurazione infortuni per gli accompagnati)
Trattandosi di un intervento per il benessere psicologico in ambiente naturale, il costo potrà essere detratto come spesa sanitaria.
Ho previsto inoltre alcune riduzioni per coppie o situazioni di comprovato bisogno.
In caso di disdetta entro il 2 giugno la cifra versata verrà interamente restituita, diversamente verrà offerto un buono per un’altra escursione con validità un anno.

ABBIGLIAMENTO e ATTREZZATURA:
Sono obbligatori gli scarponcini da trekking (meglio se alti alla caviglia), un capo anti vento e anti pioggia, abbigliamento comodo e a strati, cappello, snack/frutta, pranzo al sacco per chi non vuole mangiare al rifugio, riserva d’acqua di almeno 1 litro. Al rifugio troveremo bevande calde e fresche, i bagni e acqua per le borracce.
Un cuscinetto o seggiolino pieghevole per sedersi durante le pause meditative e che possa essere trasportato insieme al resto in uno zainetto da giornata (20/30 lt)
Bastoncini da trekking facoltativi.
La guida si riserva di cancellare o variare il programma della giornata a seconda delle condizioni meteo o per garantire il benessere di tutti i partecipanti a suo insindacabile giudizio. In caso di annullamento le cifre versate per l’iscrizione verranno interamente restituite.

CONDUZIONE DELLA GIORNATA
Patrizia Garberi PhD, è Psicologa Psicoterapeuta, OPT 7693 insegnante di meditazione e istruttrice senior di protocolli basati sulla Mindfulness, artista arteterapeuta, esperta di Terapia Forestale e Guida Ambientale Escursionistica, AIGAE TO1137 professione svolta ai sensi della legge 4/2013
https://www.artimagery.it/contatti/#.YkW2ledBw2w

PRENOTAZIONE https://forms.gle/k6HQkAPWKU6pyt8r9

Appuntamento ore 9.30 a Passo Lucese (LU)

Contattami compilando questo modulo

    Iscriviti alla Newsletter per essere sempre aggiornato

    Rifiorire in cammino, un’escursione lenta tra terapia forestale e l’infinito del mare.

    14 maggio 2022 ore 9.30 a Montemarcello (SP)

    L’inverno è finito, intorno e dentro di noi sentiamo una fortissima energia di apertura e il desiderio di rinascita primaverile, che riconosciamo in ogni più piccolo fiore e sentiamo scorrere negli alberi e in tutta la vegetazione. Ritrovando la connessione con la natura traboccante di vitalità che ci circonda, saremo sopraffatti da profumi e colori, dai canti degli uccelli e dal rumore del mare che andremo ad incontrare, per connetterci con la ciclicità dell’esistenza e riempirci di meraviglia e di nuova energia nonostante ansie e preoccupazioni.

    Panoramica della giornata

    Saremo nel Parco Regionale di Montemarcello-Magra-Vara, in Liguria al confine con la Toscana. Attraverseremo boschi misti di caducifoglie, leccete e zone di macchia mediterranea con Pini marittimi e Pini d’Aleppo, dove entreremo in connessione con l’ambiente e con la vegetazione, dedicandoci in silenzio per qualche ora ad alcuni esercizi di Terapia Forestale. Quindi scenderemo alla spiaggia dove faremo la pausa pranzo e proseguiremo con condivisioni ed altre esperienze dedicate alla fioritura…ogni partecipante è invitato a portare dei testi brevi, suoi o di altri autori su questo argomento, che verranno condivisi. Torneremo quindi al paese di Montemarcello completando il nostro percorso circolare poco prima del tramonto.

    Sarà quindi una giornata speciale che non richiede una grande resistenza fisica, alterneremo passi lenti a pause meditative, condivisioni ed esercizi immaginativi per favorire la connessione con la natura di cui siamo parte. Percorreremo alcuni brevi tratti sull’asfalto, altri invece saranno su gradini di pietra mai esposti (contattatemi in caso di problemi di vertigine, ginocchia ecc)

    In paese troveremo acqua, cibo e un bagno disponibile.

    Informazioni tecniche

    • Punto di ritrovo: Parcheggio di Montemarcello (SP) la sosta non è a pagamento

    • Punto mappa: https://goo.gl/maps/XxzEw4JpfhaDj14e9
    • Difficolta’: E (Escursionistico) – Itinerario su sentieri ben tracciati, mulattiera, sterrata e brevi tratti di asfalto, adatto a persone mediamente allenate in buona forma fisica.

    • Dislivello complessivo in salita: circa 400 m
    • Totale percorrenza: km.6,5
    • Tempi totali di percorrenza: ore 2,30 circa di cammino oltre le soste
    • Orario di ritrovo: ore 9:30
    • Termine attività ore 18:00
    • Prenotazione obbligatoria entro giovedì 7 aprile 2022

    L’escursione si svolgerà con un minimo di 5 partecipanti e un massimo di 12

    Quota di partecipazione: 30€ da pagare in anticipo compilando la scheda di adesione

    La quota comprende: organizzazione e coordinamento, tutte le conduzioni e la Terapia Forestale, servizio Guida ambientale escursionistica ed assicurazione RCT.

    In caso di disdetta entro il 7 aprile la cifra versata verrà interamente restituita, diversamente verrà offerto un buono per un’altra escursione con validità un anno

    Abbigliamento e attrezzatura

    Sono obbligatori gli scarponcini da trekking (meglio se alti alla caviglia), un capo anti vento e anti pioggia, abbigliamento comodo e a strati, cappello, snack/frutta, pranzo al sacco. riserva d’acqua 1,5 litri.

    Un cuscinetto o seggiolino pieghevole per sedersi durante le pause meditative, costume da bagno e asciugamani che possano essere portati nel proprio zaino
    Bastoncini da trekking facoltativi ma fortemente consigliati.

    La guida si riserva di cancellare o variare il programma della giornata a seconda delle condizioni meteo o per garantire il benessere di tutti i partecipanti a suo insindacabile giudizio. In caso di annullamento le cifre versate per l’iscrizione verranno interamente restituite.

    CONDUZIONE DELLA GIORNATA Patrizia Garberi Psicoterapeuta, OPT 7693 e Guida Ambientale Escursionistica, AIGAE TO1137 professione svolta ai sensi della legge 4/2013

    Queste escursioni si svolgono in luoghi particolari che scelgo per la loro bellezza e per la presenza di alberi e ambiente adatto…spesso sono lontani e difficili da raggiungere, per chi lo desidera posso dare qualche consiglio per cercare una sistemazione in modo da arrivare la sera prima.

    Approfondimenti

    Le piante ci guariscono senza bisogno di lavorarle per ricavarne tisane, unguenti, essenze, estratti, oli, profumi o anche gocce e compresse. Ci guariscono mediante una comunicazione biologica che il nostro sistema immunitario e il nostro inconscio sono in grado di capire.

    Clemens G. Arvay.

    Il mio approccio alla terapia forestale non è dovuto alla moda nè alla ricerca di un nuovo business, piuttosto prende le mosse da tutte le mie esperienze pregresse incluse conduzioni di tipo diverso in ambiente naturale,  che ben confluiscono negli eventi che propongo in natura, e dal confronto con gli altri operatori del progetto di Terapia Forestale CAI/CNR/CERFIT tuttora in corso e a cui sto collaborando. Lo scopo è quello di proporre un rapporto intimo con la natura, come riflesso di ciò che noi siamo al di là di costrutti mentali, apprendendo a restare aperti nei confronti dei ritmi naturali, dentro e fuori di noi.

    Diversi studi sul Forest Bathing come viene praticato tradizionalmente in Giappone, hanno dimostrato che il silenzio e la contemplazione di suoni e stimoli naturali permettono di migliorare la sintonia che si stabilisce spontaneamente tra il nostro sistema immunitario ed i fitoncidi e terpeni prodotti dalle piante per difendersi dai parassiti, in quello che diventa un salutare bagno nella foresta in cammino.
    Studi scientifici hanno anche dimostrato che l’esperienza di immersione nella natura, se attiva e priva di distrazioni, oltre a riattivare il sistema immunitario induce una diminuzione immediata dello stress, migliora disturbi come ansia e depressione, aiuta nell’eliminazione delle tossine dopo l’esposizione all’inquinamento, e costituisce un fattore che riduce il rischio per malattie cardiovascolari, diabete, obesità, allergie e vari disturbi di origine psicosomatica, combinandosi con gli ormai noti benefici della meditazione di consapevolezza (mindfulness)

    Leggi di più

    Contattami compilando questo modulo

      1