• +39 338 3407092
  • patriziagarberi@gmail.com

Riserva dei Monti Livornesi

Riserva dei Monti Livornesi

Passi lenti e Terapia Forestale

Quando pensiamo a Livorno ci vengono in mente il mare e il porto, il caciucco e le scogliere del Romito…sarà quindi una gradita sorpresa incontrare l’entroterra selvatico alle spalle della città, costituito
dalle colline boscose formatesi tra i 15 e 20 milioni di anni fa e dove si trova un eccezionale patrimonio ambientale, storico e naturalistico, quest’ultimo costituito soprattutto dalle foreste demaniali di Valle Benedetta e di Montenero. Le componenti principali dei boschi che percorreremo sono costituite nello strato arbustivo da: Corbezzolo, Mirto, Lentisco, Fillirea, Alaterno, Erica con qualche esemplare di Agrifoglio e, fra i rampicanti,
Caprifoglio, Smilace e Clematide; quelle dello strato arboreo sono costituite da: Leccio con leccete secolari, Pino d’Aleppo e Sughera, a cui nelle zone più fresche si aggiungono Cerro, Carpino e Frassino.
Dal 2020 è stato costituito il sistema integrato delle aree protette dei Monti Livornesi, Isola di Biodiversità. https://www.mappadeimontilivornesi.it/

Durante il fine settimana possiamo provare a concederci qualche ora di silenzio e digiuno elettronico, da dedicare a noi stessi e alla riconessione con i ritmi naturali, al contatto con angoli di bosco poco frequentati e silenziosi.
Lo scopo è quello di riprendere tra le mani la nostra vita, che spesso ci viene sottratta da ritmi frenetici e ambienti artificiali in cui viviamo, e in cui ci costruiamo vite sempre più lontane dalla nostra spontanea tendenza ad essere felici.
Ci saranno tratti brevi di camminata lenta e esercizi di ascolto e di apertura nell’ambiente per coltivare la connessione e l’apertura dentro di noi mantenendo l’approccio del protocollo di Foresta Terapeutica applicato nel progetto CAI/CNR eventualmente adattato al percorso.
La mattinata si concluderà con una condivisione finale che ci permetterà di rallentare in un’atmosfera magica e raccolta.

Nelle giornate in cui l’attività prosegue nel pomeriggio, dopo la pausa pranzo continueremo l’escursione intervallata da brevi meditazioni e visualizzazioni alla portata di tutti, sempre in connessione con l’ambiente e le sue caratteristiche che incontreremo mano a mano. Sarà quindi un’esperienza speciale che non richiede una grande resistenza fisica, mentre ci concederemo di riconnetterci a noi stessi alla presenza dei grandi alberi che ci aiuteranno in questo processo, alternando passi lenti a pause meditative, condivisioni in gruppo ed esercizi immaginativi in cui esploreremo la connessione con la natura di cui siamo parte.
APPROFONDIMENTI


INFORMAZIONI TECNICHE del giro breve (solo mattina)
L’escursione di livello E secondo la classificazione CAI, non presenta particolari difficoltà tecniche per persone allenate a questo tipo di attività.
• Punto di ritrovo: Parcheggio in via della Sambuca a Valle Benedetta la sosta non è a pagamento
• Punto mappa: https://goo.gl/maps/j8KKSHJAqiMQ2uiU9
• Difficolta’: E (Escursionistico) – Itinerario su sentieri ben tracciati, mulattiera, sterrata e brevi tratti di asfalto, adatto a persone mediamente allenate in buona forma fisica.
• Dislivello complessivo in salita: circa 200mt
• Totale percorrenza: km. 3
• Tempi totali di percorrenza: ore 2 circa di cammino oltre le soste
• Orario di ritrovo: ore 9:30
• Termine attività ore 13.30
• Prenotazione obbligatoria
L’escursione si svolgerà con un minimo di 5 partecipanti e un massimo di 15 Quota di partecipazione: 15€

INFORMAZIONI TECNICHE del giro lungo (giornata intera)
L’escursione di livello E secondo la classificazione CAI, non presenta particolari difficoltà tecniche per persone allenate a questo tipo di attività.
• Punto di ritrovo: Parcheggio in via della Sambuca a Valle Benedetta la sosta non è a pagamento
• Punto mappa: https://goo.gl/maps/j8KKSHJAqiMQ2uiU9
• Difficolta’: E (Escursionistico) – Itinerario su sentieri ben tracciati, mulattiera, sterrata e brevi tratti di asfalto, adatto a persone mediamente allenate in buona forma fisica.
• Dislivello complessivo in salita: circa 299mt
• Totale percorrenza: km. 8,7
• Tempi totali di percorrenza: ore 2.45 circa di cammino oltre le soste
• Orario di ritrovo: ore 9:30
• Termine attività ore 18.30
• Prenotazione obbligatoria
L’escursione si svolgerà con un minimo di 5 partecipanti e un massimo di 15 Quota di partecipazione: 25€
La quota comprende: organizzazione e coordinamento, tutte le conduzioni e la Terapia Forestale, servizio Guida ambientale escursionistica ed assicurazione RCT (non comprende l’assicurazione infortuni per gli accompagnati)

ABBIGLIAMENTO e ATTREZZATURA:
Sono obbligatori gli scarponcini da trekking (meglio se alti alla caviglia) o scarpe da trail running, un capo anti vento e anti pioggia, abbigliamento comodo e a strati, cappello, snack/frutta, riserva d’acqua almeno 1,5 lt. e pranzo al sacco.
Un cuscinetto o seggiolino pieghevole per sedersi durante le pause meditative per chi lo preferisce DEVE ESSERE CONTENUTO NELLO ZAINETTO DA GIORNATA.
Bastoncini da trekking facoltativi.
La guida si riserva di cancellare o variare il programma della giornata a seconda delle condizioni meteo o per garantire il benessere di tutti i partecipanti a suo insindacabile giudizio. In caso di annullamento le cifre versate per l’iscrizione verranno interamente restituite.

CONDUZIONE DELLA GIORNATA
La conduzione della giornata sarà da parte di Patrizia Garberi, Psicologa Psicoterapeuta, OPT 7693 insegnante di meditazione e istruttrice senior di protocolli basati sulla Mindfulness, artista arteterapeuta, esperta di Terapia Forestale e Guida Ambientale Escursionistica, AIGAE TO1137 professione svolta ai sensi della legge 4/2013 ed include organizzazione e coordinamento, tutte le conduzioni e la Terapia Forestale, servizio Guida ambientale escursionistica ed assicurazione RCT (non comprende l’assicurazione infortuni per gli accompagnati)
Per essere assicurati individualmente, i partecipanti dovranno scaricare l’applicazione Trik&Trek e facendo un account in cui riportare nome e sigla della guida, pagando 10€ saranno assicurati per un anno durante qualunque escursione condotta da una GAE iscritta all’associazione Aigae.

PROSSIME DATE IN PROGRAMMA

GIRO LUNGO -5-11-2023

PRENOTA

Contattami compilando questo modulo

    Patrizia Garberi

    Confesso che il viola è il mio colore preferito, insieme al turchese phtalo che è il colore del mare e al color albicocca matura per il suo profumo. Sono nata con la matita in mano, e da sempre amo giocare ed esprimermi con colori e materiali, spesso raccolti durante qualche giretto in Natura, in cui fin da piccola mi hanno immersa per ristorarmi. Sono ed ero una divoratrice di libri, ne leggevo uno al giorno seduta tra la tenda e la finestra della mia camera e il mio personaggio preferito era Pippi Calzelunghe, una bambina né vulnerabile né arrabbiata ma indipendente, curiosa e dotata di parecchia metacognizione...forse troppa! Così, mentre l'arte e più tardi il Buddhismo con la sua visione spaziosa, mi nutrivano e mi davano sicurezza, ho potuto lasciarmi guidare da curiosità e fascino per la mente umana esplorandola in modi diversi, attitudini che ho avuto modo di perfezionare attraversando serenamente (alla fine) alcuni incontri difficili e anche quelle che Irvin Yalom definirebbe elegantemente esperienze di risveglio, e si potrebbero anche definire bruschi cambi di vita non voluti, anche se naturalmente qualche cosa l’ho voluta, e qualche scelta l’ho fatta…Quindi è arrivata la Psicologia, la passione più recente, per darmi cornici di significato e comprensione che possano essere trasmesse.

    Leave a Reply